Feeds:
Posts
Comments

Archive for the ‘Piatti da imbranati!’ Category


Quando si inzia un nuovo lavoro si è pieni di energie. Il fatto di lavorare 4 giorni invece di cinque fa pensare a nuovi progetti, a viaggi, ed a quanto si sarà puntuali nell’aggiornare il blog ( nella mia mente, ogni lunedì libero avrebbe dovuto essere un post).
Il risultato invece può essere molto diverso, un lavoro, anche se sulla carta occupa meno ore, può assorbire molte più energie di altri e lasciarti nel tuo giorno libero stanca e piena di occupazioni. Sicuramente i 250 km alla settimana hanno influito sulla mia attenzione.
Questo è il motivo per il quale il blog è stato fermo per ben 3 mesi e il mio frigorifero è risultato piuttosto vuoto.
La foto di questo piatto fatto di corsa però ve la voglio proporre, perchè è la dimostrazione di come, anche il piatto più semplice, se creato con ingredienti adeguati, può dare molta soddisfazione!
Io in casa avevo lattuga, tonno di cetara e fagioli del purgatorio, già cotti.
Condito il tonno e faglioli con l’olio di casa mia e la lattuga con l’aceto di jerez, che mi ricorda Madrid, abbiamo aperto una bottiglia di vino e trasformato una serata di stanchezza in una confortevole cena in terrazza, a dimostrazione del fatto che non sempre sia necessario preparare una cena da grande chef per stare bene.
Gli ingredienti e la preparazione non li metto, la foto spiega tutto.

Read Full Post »

Un post rapido per un piatto rapido.
Ho avuto un mese di lavoro molto intenso, trovare l’energia per scrivere la sera è difficile.
Dovendo sommare lavoro, un po’ di dieta e le mele che stavo per perdere, ho pensato di tornare a questa ricetta di mele che mi ricorda i dolci che preparava mia madre.

Ingredienti:
Mele
1 cucchiaino di marmellata di albicocche ogni mela
1 cucchiaino di zucchero di canna per mela
cannella, opzionale.

Procedimento:
Lavare le mele, separarle in due metà ed eliminare il torsolo.
Spalmare le mele con la marmellata e cospargere di zucchero
Infornare a 180 gr fino a che le mele diventino rugose
Io ho accompagnato le mele con yogurt greco e salsa di cottura delle mele.

Here a quick recipe for a quick week. Lately I’ve worked very hard, so I didn’t had so much time to cook.
This is what you have if you take a difficult week, a low calories diet and 6 apples.
Ingredients:
1Appel
1 tea spoon apricot jam
1 tea spoon caster sugar

Directions:
Open it, puto everithing on and bake about 40 minutes!

Read Full Post »

Banana pancakes


Avendo un avanzo di smoothie di latte e banana, ovvero latte alla banana, ho pensato di cuocere dei pancakes, da una parte perchè lo smoothie una volta aperto non lo finisce mai nessuno, dall’altra perchè pensavo che potesse essere un aroma diverso dalla solita vaniglia.
Ingredienti:
1 cucchiaio da tavola di burro
1/2 tazza di latte o smoothie alla banana
1/4 di tazza di birra o vino bianco
2 uova
1 tazza di farina
1/2 cucchiaino di lievito

Procedura:
Amalgamare le uova e lo zucchero con il burro. Aggiungere in sequenza farina, lievito e latte e birra.

Cuocere in una padella antiaderente a fiamma bassa. Girare quando la superficie si copre di piccoli crateri.

Si mangiano così o come con marmellata, cioccolata o panna.

Ingredients:

1 tablespoon butter
1/2 cup Bananamilk or banana smoothie ( or milk,if you want a normal version)
1/4 cup beer or white wine
2 eggs
1 cup flour
4 tablespoons caster sugar
1/2 teaspoon baking powder

Beat together sugar and eggs; add the butter. Combine the flour and the banking powder into the mixture. Put in the milk and the beer.
Cook in a large pain, lightly. Spill a tablespoon of the mixture ( how many you can put in your pain) and turn over when little bubbles begin to rise to the top.

Read Full Post »

Il trasloco è finito, i mobili sono quasi tutti al loro posto.

Intorno a noi continua il caos dei lavori nell’edificio, ma ci stiamo abituando.

La cosa più antipatica è l’assenza di internet, mezzo indispensabile, non tanto per questo blog, quanto per la mia ricerca di lavoro. Le ultime previsioni dicono che la settimana prossima saremo di nuovo online. Nel frattempo mi sono installata in un internetbar, già che la panchina da cui usufruivo della connessione offerta dal cantone, con l’arrivo del freddo, non risulta più ospitale.

Nei giorni di trasloco si tende a mangiare rapidamente e male, ma noi, in ogni casa nuova (ce ne sono state 5 negli ultimi 3 anni) ci siamo sempre preparati un rapido pasto di celebrazione. Questa volta ci siamo comprati il necessario per rifare un panino mangiato a Zurigo quest’estate.

Ingredienti:

Pane integrale alle noci o ai semi di zucca da lievito naturale, carne secca dei Grigioni, Tête de Moines, lattuga, burro.

Procedimento:

E’ un panino, è necessario spiegare? Imburrate il pane e imbottitelo con gli ingredienti in quantità generose.

Read Full Post »

Insieme al letto per la casa nuova abbiamo trasportato 500 gr  di profumatissimo basilico. Dopo mezz’ora di viaggio la macchina era completamente inondata dall’aroma delle foglie. Con il basilico, oltre a congelarlo e a metterlo sotto’olio, ho preparato del pesto per i prossimi mesi. Alcuni barattoli rimarranno in frigorifero, dove possono resistere un mese e mezzo, purchè coperti d’olio, altri troveranno posto nel congelatore.

Questo è un pesto impastato con i frullatore, per risparmiare tempo, ma, per non far annerire le foglie, le lame sono state raffreddate e gli ingredienti sono stati tritati alla massima velocità per il minor tempo possibile. Credo che per un buon pesto sia necessario comportarsi da intolleranti sulla scelta degli ingredienti, utilizzando solo materie prime di buona qualità.

Ingredienti: 200 gr di basilico ( verde e profumato), 1 spicchio d’aglio piccolo, 100 gr di parmigiano di buona stagionatura, 100 gr di pinoli, olio extravergine, sale.

Procedimento: lavare e asciugare perfettamente il basilico; usare solo le foglie. Raffreddare le lame del frullatore nel congelatore. Disporre il basilico sotto a tutti gli altri ingredienti e frullare alla massima potenza per il minor tempo possibile. Trasferire il pesto in un barattolo, coprire d’olio e riporre in frigorifero.

Read Full Post »

Granita… non sono sicura che granita sia il nome corretto per questo.

Forse sorbetto è più corretto, forse è altrettanto sbagliato.

Comunque sia, non è un prodotto industriale, non è  dannoso per la salute ed è stato un ottimo digestivo, buono come una granita al limone che mangiavo qualche anno fa a Firenze. Ho usato dei limoni biologici. E’ importante che abbiano un aroma intenso.

Ingredienti: 3 limoni biologici, un bicchiere d’acqua, 3 foglie di salvia, 8 cucchiai di zucchero.

Procedimento: Portare l’acqua a ebollizione insieme allo zucchero. Lasciar infondere la salvia fino al raffreddamento dell’acqua. Aggiungere il succo di limone e poca buccia ( il resto della limatura di limone conservatela per il futuro). Riporre in un recipiente che non sia colmo e mettere nel congelatore.

Dopo un’ora rimestare la granita. Riporre nel congelatore e rimestare ogni 30 minuti. Sarà pronta dopo circa 2 ore. Se volete consumare la granita dopo qualche giorno, estrarla dal congelatore 10 minuti prima di consumarla e mescolare con energia.

Read Full Post »

Ho trovato delle zucchine gialle in offerta e ho deciso di assaggiarle.

Ne è venuto fuori questo piatto rapido, dal sapore estivo, sapore accentuato dal sole, che è finalmente tornato.

Ingredienti:

2 petti di pollo, 1 zucchina gialla, 1 zucchina verde, 1 cipolla fresca, una decina di foglie di basilico, 1 peperoncino e buccia di limone.

Procedimento:

Tagliare gli ingredienti in piccoli pezzi, e bollirli 3 minuti a fuoco vivace.

Scaldare nel frattempo una padella con olio e peperoncino.

Scolare pollo e verdure e passarli alla padella bollente.

Saltare 5 minuti. Aggiungere basilico e limone.

Read Full Post »

Older Posts »